😻Scopri le magliette ufficiali di cucinaremale😻

cucinaremale

Enciclopedia universale del
“Più grande gruppo di italiano delle cuoche pasticcione (cit) 🤣

L’inchiestona di Marianna n.1

La nostra Marianna, moderatrice della community di Cucinaremale, è pronta a indagare le abitudini e le disgrazie dei Cucinaremalisti. Con il primo #DomandoneDiMarianna, la nostra studiosa indaga la percezione che una comune famiglia ha del nostro utente medio.

Giorgia, con un solo post, ci ricorda sia quanto è importante non sprecare il cibo sia il sarcasmo di cui sono capaci le persone che ci amano, e riporta:

“Qual è l’ingrediente-scaduto-ma-che-era-un-peccato-buttare che ci stai rifilando, stavolta?”

Un sarcasmo che, in fondo, rivela quanto siano affezionati a noi e quanto detestino vederci fallire.

👼😼

Come dimostra la figlia di Marianna (omonima della nostra moderatrice):

Mia figlia 13enne: – Mamma, la cucina non è un posto per tutti!

E i figli, come è giusto che sia, prima o poi devono scontrarsi con le figure genitoriali. L’occasione per la prole di Antonino di esercitare il diritto alla diaspora è stata un pranzo, in cui il nostro onorato Cucinaremalista si è sentito dire:

papà ti voglio bene ma non sono più disposto a farti da cavia!!”

🧡😅

Fatti forza, Antonino.

Donatella, invece, riceve un ordine perentorio:

Spostati!”

Non è la sola. Anzi. Dall’indagine risulta che tanti altri parenti di Cucinaremalisti cercano di allontanarci dai fornelli il più velocemente possibile. Come nel caso di Samanta, che si sente spesso dire:

Per favore non dar fuoco alla cucina come l’ultima volta!”

Oppure, come capita a Simona, spesso i nostri parenti propongono soluzioni alternative alla cena:

No dai, lascia stare… ci facciamo portare una pizza

I familiari di Barbara invece, hanno a cuore la sua incolumità:

Mi hanno detto: <<Con quel coltello in mano mi fai paura>>. In effetti mi sono affettata un dito mentre tagliavo il pane. Era un po’ secco e la lama è scivolata sulla crosta. 4 punti” (e non sono quattro punti di vantaggio per te, cara Barbara!)

🔪😲

In alcuni casi, il familiare si avvicina a noi per scopi scientifici, per studiare le nostre abitudini e capire differenze e similitudini tra umani normo-cucinanti… e noi. Barbara B. ad esempio si sente spesso dire:

Tutte queste pentole, per un piatto di pasta?”

Anche Brendon è, non a caso, oggetto di questi studi antropologici, visto che gli chiedono spesso:

😅🩲

Puoi almeno mettere le mutande?”

È evidente, quindi, dai dati raccolti, che i nostri cari – anche se a volte possono sembrare un po’ rudi – cercano costantemente di proteggerci da noi stessi, sia da insidie psicologiche che da pericoli mortali. Se non ci fossero loro, probabilmente saremmo già morti in cucina da molto tempo.

😎👋

Cari lettori, per conoscere meglio le insidie della cucina moderna, unitevi alla community di Cucinaremale su Facebook e partecipate anche voi al #DomandonediMarianna. Insieme, salveremo molte vite condividendo i nostri disastri. Per la Scienza!

Il post originale: https://www.facebook.com/cucinaremale.original/posts/pfbid0sRkgQC6KoDvwhWT6RFJFF6iWgqG84f2t5yUr8VTQpb38CuG49E6DVpdkRiUbfuR8l

Vuoi avere una bella maglietta?

🥰Compra le magliette di cucinaremale!!🥰

Visto come sono bello come modello?

Articolo precedente

Articolo successivo