😻Scopri le magliette ufficiali di cucinaremale😻

cucinaremale

Enciclopedia universale del
“Più grande gruppo di italiano delle cuoche pasticcione (cit) 🤣

Menzione speciale #24 (con intervista)

Tutto ha avuto inizio quando sono capitato su una foto di Daniela, un’insegnante di scienze, che mostrava il piatto viola (vedi foto) con la descrizione intrigante: “dovevo consumare il cavolo viola/blu che ho bollito per preparare l’estratto (per gli esperimenti di chimica).” Curioso di saperne di più, ho contattato Daniela, dando il via a una conversazione che mi ha catapultato nel suo mondo di esperimenti magici e laboratori brillanti.

Tra pozioni di cavolo rosso e occhi brillanti degli studenti, Daniela mi ha guidato attraverso il suo progetto del 2019, intrecciato con la storia di uno scienziato degli anni ’40 e la scoperta delle cefalosporine. Dai colorati esperimenti di chimica alle competizioni scientifiche internazionali, la storia di Daniela è una celebrazione di curiosità, scoperte e risate contagiose.

Questo è il mio racconto di esplorazione nel mondo di Daniela, dove la scienza diventa un’avventura colorata e divertente. Ora, vi invito a seguirmi nell’intervista vera e propria, dove scopriremo più dettagli su questo affascinante viaggio scientifico!

Daniela: Ma che bello! Menzione speciale…Sono onoratissima ❤️

Federico: Ciao!! Tutta meritata, sono stato catalizzato dal colore e dalla storia!

Daniela:😍Cosa vuoi sapere?

Federico: Cosa stavi combinando?! 🤗 Studi scienza dei puffi?

Daniela: Sono un’insegnante di scienze e microbiologia in un istituto tecnologico biosanitario (Desanctis Deledda). Distillo litri di succo di cavolo rosso perché lo uso con i miei studenti per incantare i ragazzini delle scuole medie e convincerli ad iscriversi da noi, ma anche per preparare terreni di coltura per microrganismi.

Federico: “Lo uso ..per incantare ” quindi è una pozione ?! 😮

Daniela: Un po’ si 😂😂😂😂.Aggiungici che ho delle ciocche blu nei capelli bianchi, mi vesto completamente di nero e porto al collo un essere vivente in un’ampolla (un marimo, niente di esoterico 😂😂)….e il quadro è completo!

Federico: Che esperimenti fate nel campo dei microrganismi?

Daniela: I ragazzi imparano a coltivarli, ma abbiamo anche un progetto per trovare microrganismi che producono antibiotici….in pratica, andiamo a raccogliere campioni di acqua di mare e di suolo e cerchiamo muffe e batteri che producono sostanze antibiotiche. E abbiamo inventato, io e i miei studenti, un terreno per coltivare i microrganismi fatto con l’acqua di bollitura di patate e cavolo rosso!

Federico: Come è nato il progetto?

Daniela: È nato nel 2019, per partecipare ad una competizione scientifica internazionale tra scuole il cui tema era: microbiologia e mar Mediterraneo. Così, ho avuto l’idea di ripercorrere le ricerche di uno scienziato di Cagliari che negli anni ’40 ha scoperto le cefalosporine, uno degli antibiotici attualmente più venduti a livello mondiale, analizzando le acque del mare di un porticciolo della nostra città, Cagliari.
Siamo partiti da lì… Ho portato i ragazzi a campionare acqua di mare, poi i risultati erano incoraggianti e allora abbiamo continuato abbiamo esteso la ricerca al suolo e ad un’acqua di un pozzo molto speciale. E adesso stiamo caratterizzando i microrganismi che abbiamo trovato.

Federico: Fate tantissimi laboratori vedo! I ragazzi sono molto coinvolti, come è lavorare con loro?

Daniela: È la cosa più bella del mio lavoro. Io prima facevo ricerca in Università…ma non è neanche da lontano paragonabile con la bellezza che è lavorare con i ragazzi delle superiori. Sono curiosi, entusiasti…pensa che per questi progetti una volta alla settimana devono restare 9 ore di seguito a scuola. E qualcuno poi deve affrontare due ore di viaggio per tornare a casa. Eppure, non costringo nessuno…ma ci sono sempre tutti!

Federico: Ho intravisto un disegno di una “maestra con i capelli blu”.. sei tu?🤗

Daniela: Questo è il disegno di un bambino di una delle due classi delle elementari che abbiamo ospitato una mattina, la scorsa primavera . I miei ragazzi li hanno affiancati assistendoli al microscopio e in esperimenti di chimica. È stato bellissimo! Erano due seconde elementari! E come vedi, il bimbo ha voluto evidenziare i miei capelli blu 😂😂😂

Federico: Che bellissimo, progetto, in tutte le foto i ragazzi hanno gli occhi che brillano, cosa sognano di fare da grandi?

Daniela: Molti partono con l’idea di fare medicina. Qualcuno la mantiene, alcuni decidono di studiare biologia o farmacia per proseguire nella ricerca… comunque sempre in ambito scientifico. È vero, sono felici. Sono ragazzi in gamba, studiano e si impegnano tanto!


Federico: E’ tardissimo e non voglio disturbarti oltre, tento di mettere assieme l’intervista, sono felicissimo che tu abbia risposto all’invito. Grazie ancora!!

Concludendo questa piacevole incursione nel mondo di Daniela, devo dire che sono rimasto incantato dalla sua passione contagiosa per la scienza e dalla creatività che permea ogni esperimento. Quello che è iniziato con una semplice foto di un piatto “viola” su CucinareMale si è trasformato in un viaggio affascinante attraverso laboratori colorati e scoperte straordinarie.

È incredibile come, partendo da un post, finisco sempre per imbattermi in storie e progetti interessantissimi provenienti dalle varie parti d’Italia. Con Daniela, ho avuto l’onore di scoprire un angolo speciale dove la scienza diventa un’avventura unica, e mi sento fortunato di poter condividere queste esperienze straordinarie con voi.

Il post originale https://www.facebook.com/groups/cucinaremale/posts/2619546314871433/


Vuoi avere una bella maglietta?

🥰Compra le magliette di cucinaremale!!🥰

Visto come sono bello come modello?

Articolo precedente

Articolo successivo